Osserva dall'esterno il corpo, il cuore e la mente.

Sii fuori di te e in te contemporaneamente.

 

 

 

 

 

Durante l'esercizio dell'attenzione multipla percepisci attraverso un osservatore mobile te stesso e l’ambiente che ti circonda (il processo avviene dall’esterno verso l’interno). La differenza sostanziale con l’attenzione divisa è quindi l'osservatore mobile che dall'esterno si sposta in più punti dello spazio circostante. Nel caso di attenzione multipla con percezione multipla in una prima fase di divisione dell’attenzione hai una bilocazione: un punto esterno e un punto interno di osservazione. Successivamente quando si attiva la percezione multipla, l’osservatore mobile osserva il corpo fisico nelle sue 3 componenti: la mente con l’osservazione esterna dei pensieri, il cuore con la percezione esterna delle proprie emozioni e il corpo esternamente (in particolare sulle gambe e sui piedi per potenziare il radicamento).  I punti di osservazione sono: un punto esterno mobile con percezione multipla nelle 3 componenti (cuore, mente, corpo) – e uno interno (percezione generale di un punto interno).  Questo lavoro è caratterizzato da una percezione sulle singole parti fondamentali, mantenendo una percezione globale esterna. Si consiglia di praticare questo esercizio dopo 21 giorni di pratica dell’attenzione multipla e dei 3 esercizi fondamentali: radicamento, vuoto ed espansione del cuore.

 

 Se vuoi ascoltare la puntata su Youtube clicca qui 

 

L'obiettivo è potenziare la percezione esterna, l’osservatore esterno e distaccato che percepisce ciò che accade dentro e fuori di noi anche in termini di pensieri ed emozioni.  La percezione multipla che parte dall’esterno potenzia la nostra capacità di auto-osservarci e di cogliere le situazioni in cui ci troviamo. Questo consente di lavorare sul nostro ego, sulle nostre reazioni inconsce da un lato; dall’altro di potenziare la nostra capacità di percepire pienamente l’esterno/l’interno e di trasformare le situazioni in termini energetici grazie ad istanti di presenza consapevole.

 

Esercizio

 

Osservati dall’esterno. Attivando l'osservatore mobile che si comporta come un punto di coscienza, scorri nello spazio circostante osservando ciò che succede fuori e dentro di te. Appena acquisisci dimestichezza con l'osservatore mobile, attiva la percezione multipla dall’esterno scorrendo all’interno del tuo corpo osservando la mente, il cuore e il corpo (in particolare le gambe e i piedi). Contemporaneamente da un punto interno percepisci ciò che succede fuori. La percezione avviene da un punto mobile esterno che attraversa le 3 componenti e da uno interno. Questo esercizio potenzia l’osservazione distaccata di ciò che succede fuori e dentro di te.

NB: L'esercizio va fatto per 21 giorni, la mattina o la sera prima di andare a dormire. Questo esercizio viene potenziato dall'esercizio dell'attenzione multipla in combinazione con i 3 esercizi fondamentali: radicamento, espansione del cuore e vuoto.

 

Musica di accompagnamento per l'esercizio